Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

OnLine

Lo Studio Geometra Giacon, mediante l'utilizzo di termocamera di ultima generazione, ad alta risoluzione e sensibilità termica, con l’ausilio di software post-elaborazione dedicati, effettua indagini termografiche ad infrarossi per diagnosi su edifici, strutture, impianti ed altresì nel settore industriale in fase di manutenzione preventiva e operativa.
Con il termine termografia si intende la visualizzazione bidimensionale, fotografia in scala di falsi colori, del calore emanato da qualsiasi oggetto che si trova ad una temperatura superiore ai –273,16°C (zero assoluto).

Termogramma da cui è possibile individuare i ponti termici e le zone con mancanza di isolamento termico
 

Attraverso l'utilizzo di una telecamera a raggi infrarossi, detta anche termocamera, si eseguono controlli non distruttivi (non sussistono alterazioni o rotture in seguito alla verifica) e non invasivi (non vi è contatto tra attrezzatura e oggetto da esaminare). Questo strumento è in grado di rilevare la temperatura di un corpo attraverso la misurazione dell'intensità di calore da esso emessa, non dovendo quindi entrare in contatto fisico con esso.

La termografia permette l'individuazione di anomalie termiche nel contesto dello scenario inquadrato dalla termocamera.

La tecnica termografica è sicuramente il metodo più adatto per organizzare e definire qualsiasi intervento di tipo manutentivo, consentendo notevoli risparmi in termini economici e temporali.

L'indagine termografica non pone dei limiti, è all’attualità, ormai, uno dei sistemi di ispezione non distruttiva più apprezzato ed ambito nel mondo civile, industriale e della ricerca.

La quantità di dati, la semplicità di ispezione e l'immediatezza dell'informazione fanno della termografia uno strumento ormai indispensabile in qualunque ambito professionale.

UTILIZZO DELLA TERMOGRAFIA NEL SETTORE EDILIZIO

La termografia ad infrarossi viene spesso impiegata per ridurre notevolmente le spese, dovute a svariate problematiche di degrado dell'interno e dell'esterno degli edifici. La capacità di identificare la causa dei difetti imputabili ad una costruzione scadente o ad una problematica, formatasi nel tempo per colpa di un' errata messa in opera o non confacente conduzione dei lavori, può assumere un ruolo importante nell'incremento dell'efficienza in termini di risparmio energetico ed soprattutto economico. Negli ultimi anni le indagini termografiche hanno trovato sempre maggiore impiego nella fase della diagnostica e degli interventi sull'edilizia sia storica che moderna.

Tra le principali applicazioni:

  • Verifica dello stato della struttura, della trama muraria, del potere coibentante.
  • Verifica dello stato degli intonaci e loro adesione alla struttura portante.
  • La precisa individuazione di perdite d'acqua anche se internamente a strutture murarie.
  • Individuare infiltrazioni ancora non visibili ad occhio nudo, fornendo dati sulla provenienza e sulla propagazione dell'infiltrazione.
  • Conoscere la struttura e la tessitura muraria prima di intervenire in maniera invasiva permette di risparmiare una notevole quantità di tempo e denaro nel campo delle ristrutturazioni.
  • Individuazione di aree cariche di umidità all'interno dell'isolamento di un tetto o di qualunque altra copertura.

L'impiego della termografia ad infrarossi raggiunge la sua massima efficienza nell'identificare tempestivamente guasti su edifici, con la possibilità di ripararli prima che il danno assuma proporzioni ingenti. Le problematiche che si formano per un degradamento non risanato in tempo, si traducono in elevati costi di riparazione. Se poi il danno è grave può persino essere impossibile porvi rimedio.

Infiltrazioni di umidità nel pavimento, invisibili ad occhio nudo, chiaramente identificabili mediante l'infrarosso. Nell'immagine di destra è invece possibile verificare la corretta posa in opera ed eventuali dispersioni o perdite dell'impianto radiante a pavimento.
Altro esempio di infiltrazioni di umidità nel pavimento, invisibili ad occhio nudo ed identificabili mediante l'infrarosso
Con un'indagine termografica è altresì possibile ispezionare difetti o difformità in fase di costruzione di un immobile (nella foto sopra è possibile individuare ad esempio una diversa orditura di mattoni nella zona a destra della finestra) o addirittura la tamponatura (chiusura) di finestre o porte avvenuta in seguito,circostanza altrimenti invisibili ad occhio nudo (si veda l’immagine in basso).

UTILIZZO DELLA TERMOGRAFIA NEL SETTORE INDUSTRIALE

La tecnica termografica si è evoluta a tal punto da diventare uno degli strumenti diagnostici più importanti per la Manutenzione preventiva. Rivelando anomalie spesso invisibili ad occhio nudo, la tecnica della termografia consente di adottare contromisure correttive prima che si verifichino costosi guasti all'impianto o alla macchina.

Le termocamere sono degli strumenti eccezionali per determinare dove e quando è necessaria la manutenzione, poiché le installazioni elettriche e meccaniche esibiscono un innalzamento della temperatura prima di subire un guasto. Scoprire questi punti caldi con una termocamera rende possibile intraprendere azioni preventive. Questo può evitare costosi fermi di produzione o, ancora peggio, incendi.

Un'immagine termica che includa dati accurati di temperatura fornisce ad un esperto di manutenzione importanti informazioni sulle condizioni dei dispositivi ispezionati. Queste ispezioni possono essere svolte con il processo produttivo in azione a pieno ritmo.

Molte industrie in tutto il mondo hanno scoperto i grandi vantaggi offerti dell' utilizzo delle termocamere nei loro programmi di manutenzione preventiva. Lo Studio Giacon possiede termocamere a 60 hz per un'analisi precisa e dettagliata di organi e macchine in moto rapido.

Indagine termografica per individuare dispersioni e perdite in tubazioni ed impianti industriali.
Ancora un'altra indagine termografica per individuare dispersioni e perdite in tubazioni ed impianti industriali.
Indagine termografica per individuare eventuali surriscaldamento delle pulegge (immagine a destra). L'analisi all'infrarosso permette di evidenziare il surriscaldamento del cuscinetto, probabilmente per un cattivo allineamento o scarsa lubrificazione (immagine di sinistra). Si avrà così la possibilità di sostituirlo o ripristinarlo, evitando danni ben più seri e costosi.

Lo Studio Giacon opera in diversi settore e campi di intervento.

Certificazione Energetica (ACE)L'Attestato di Prestazione Energetica (APE), come indicato nel Decreto 63/2013, è un documento, preparato da professionisti qualificati e abilitati, dal quale si può capire come è stato realizzato l'edificio dal punto di vista dell'isolamento e della coibentazione e quindi in che modo il fabbricato possa contribuire ad un risparmio energetico.

Il certificato energetico di un edificio o di una unità immobiliare è l'atto che documenta l'entità del fabbisogno di energia primaria convenzionalmente necessaria in un anno per il riscaldamento degli ambienti ,la produzione di acqua calda sanitaria, il condizionamento estivo.

Le classi energetiche, prodotte dalla certificazione energetica, vanno dalla "A+" (edificio a bassissimo impatto ambientale la cui realizzazione comporta ingenti sacrifici tecnologici ed economici e che attualmente è rappresentata da una ristrettissima cerchia di edifici che
sono quasi tutti di carattere sperimentale) alla classe "G" (edificio ad alto consumo energetico che oggi rappresenta la stragrande maggioranza del parco edifici presente sul territorio nazionale e regionale).

L’Attestato di Prestazione Energetica è necessario:

  • per tutti gli immobili nuovi e per quelli che sono stati ristrutturati. Nel caso di immobili ristrutturati si mantiene come soglia limite quei lavori che abbiano insistito su oltre il 25% della superficie dell'involucro dell'intero edificio (ad esempio: il rifacimenti di pareti esterne, intonaci esterni, tetti o impermeabilizzazioni delle coperture). Rientrano sia i lavori di ristrutturazione straordinaria sia quelli di ristrutturazione ordinaria;
  • durante le trattative di compravendita o di locazione, in cui venditori e locatori dovranno rendere disponibile al potenziale acquirente o al nuovo conduttore l’attestato, che ha validità temporale massima di 10 anni, a partire dal suo rilascio;
  • nei contratti di vendita o nei nuovi contratti di locazione, in cui dovrà essere inserita un’apposita clausola con la quale l’acquirente o il conduttore danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato;
  • in caso di promessa di vendita, in cui l’attestato dovrà essere consegnato all’acquirente (o l’acquirente dovrà essere edotto della sua esistenza e conoscerne i parametri) e così in caso di promessa di  locazione al conduttore;
  • nel caso di annunci immobiliari, in tutti i mezzi di comunicazione commerciali, in cui dovranno essere indicati l’indice di prestazione energetica dell’involucro edilizio e globale dell’edificio o dell’unità immobiliare e la classe energetica corrispondente.

Le sanzioni previste sono:

  • per il costruttore o il proprietario di un nuovo edificio, o di un edificio sottoposto a lavori di ristrutturazione, la  multa va da 3.000 a 18.000 euro;
  • in caso di vendita, (cioè di atto notarile), il proprietario che viola l’obbligo di dotazione dell’attestato è punito con una sanzione amministrativa compresa tra i 3.000 e i 18.000 euro;
  • in caso di nuovo contratto di locazione, il proprietario che viola l’obbligo di essere dotato dell’attestato e di indicarne i dati è punito con una sanzione amministrativa compresa tra i 300 e i 1.800 euro;
  • in caso di violazione dell’obbligo di riportare i parametri energetici nell’annuncio di offerta di vendita o locazione, «il responsabile dell’annuncio» (nel caso in cui l’annuncio sia gestito da un mediatore, il responsabile dell’annuncio non è il proprietario) è punito con una sanzione amministrativa compresa tra i 500 e i 3.000 euro;

Nel caso in cui si sia già provveduto ad ottenere l’Attestato di Certificazione Energetica (ACE),questo risulta essere valido fino al suo decadimento naturale, se rilasciato prima del 5 giugno 2013. In caso di ristrutturazioni si dovrà comunque provvedere ad ottenere il nuovo Certificato di Prestazione Energetica (APE).

Dal 1° luglio 2010 la certificazione energetica è obbligatoria anche in caso di affitto dell'appartamento o del locale oggetto di certificazione.

L'obbligo di allegare l'attestato decade in tutti i casi di trasferimento a titolo oneroso di quote immobiliari indivise, di trasferimento del diritto di nuda proprietà, di diritti reali parziali e in casi di fusione, di scissione societaria e di atti divisionali.
L'obbligo decade inoltre quando l'edificio, o la singola unità immobiliare in caso di autonoma rilevanza di questa, sia priva dell'impianto termico o di uno dei suoi sottosistemi necessari alla climatizzazione invernale o al riscaldamento dell'edificio.

La certificazione energetica non è necessaria quando:

  • Impianti installati ai fini del processo produttivo realizzato nell'edificio, anche se utilizzati, in parte non preponderante, per gli usi tipici del settore civile;
  • Fabbricati isolati con una superficie utile totale inferiore a 50 mq;
  • Fabbricati industriali, artigianali e agricoli non residenziali quando: gli ambienti sono mantenuti a temperatura controllata o climatizzati per esigenze del processo produttivo, sono altresì esclusi i fabbricati industriali, artigianali e agricoli e relative pertinenze qualora gli ambienti siano mantenuti a temperatura controllata e climatizzati utilizzando reflui energetivi del processo produttivo non altrimenti utilizzabili;
  • Fabbricati di cui all'art. 136, comma 1, lettera b) e c) del Dlgs n. 22 del 22 gennaio 2004.

La sicurezza nei cantieri edili ai sensi del Dlgs 494/96 e successivi modifiche ed integrazioni pesantemente avvenute avvenute soprattutto negli ultimi anni con la legge 81/2008 e la 106/2009, hanno modificato il modo di lavorare.

Si è in grado di produrre piani di Sicurezza e Coordinamento, Fascicoli delle manutenzioni, PIMUS. Analisi dei rischi. Stima dei costi della sicurezza e quant'altro connesso alla gestione e coordinamento della sicurezza nei cantieri mobili da parte del committente.

Progettazione CadLo Studio Geometra Giacon lavora da molti anni nell'ambito del CAD 2D (bidimensionale) ed è quindi in grado di realizzare per conto terzi  elaborati tecnici riferiti a progettazione di fabbricati civili ed industriali, impianti elettrici, impianti idrici e di condizionamento. Il tutto completo di piante, sezioni, viste prospettiche, particolari costruttivi e dettagli.

 

Contatti

Studio Geometra Giacon
Via Coluccio Salutati, 6
35124 Padova
Telefono: 
049.75.71.13
049 859.70.91

Fax: 
049.21.06.998

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Partita IVA: 03724740281

Studio Geometra Giacon srl
Via Coluccio Salutati, 6
35124 Padova
Telefono: 
049.859.71.69

Fax: 
049.210.69.98

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Partita IVA: 04632630283
REA-PD 405617

I nostri contatti Skype

Generico
SGG Srl Skype

Assistenza
SGG Srl Skype

Tecnico
SGG Srl Skype

Amministrazione
SGG Srl Skype

Urgenze
SGG Srl Skype